<style>.lazy{display:none}</style>PNRR a favore delle imprese - SygestSkip to content

PNRR a favore delle imprese

Le risorse del PNRR a sostegno delle imprese

L’acronimo PNRR identifica il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, ossia il piano strategico varato dal Governo italiano per accedere ai fondi stanziati dal Next Generation EU (NGEU), che è il programma approvato dall’Unione Europea per far fronte alla crisi provocata dall’emergenza sanitaria COVID-19.

Il PNRR prevede una serie di investimenti e attività in quattro settori strategici:

  • la pubblica amministrazione
  • la giustizia
  • la semplificazione
  • la competitività

l’obiettivo è di far ripartire l’economia e, contemporaneamente, perseguire una più ampia politica di ammodernamento del Paese.


PNRR - Le risorse a sostegno delle imprese | Sygest Srl

Il PNRR è stato elaborato con l’intento di stabilire una serie di riforme e piani di investimento per il periodo 2021-2026, coerentemente agli input ricevuti dal Next Generation EU. Il programma complessivo di riforme e investimenti voluto dall’Unione Europea per risanare le economie degli Stati membri prevede uno stanziamento pari a 750 miliardi di euro.

Tre sono i punti strategici del PNRR:

  • digitalizzazione e innovazione
  • transizione ecologica
  • inclusione sociale

Le risorse del PNRR a sostegno delle imprese verranno impiegate per promuovere i principali incentivi previsti dal Piano Transizione 4.0, ovvero: il Credito di Imposta 4.0, Fondo di Garanzia, Nuova Sabatini.

 

Credito di Imposta 4.0

Il Credito di Imposta con aliquota del 6% per investimenti fino a 2 milioni di euro in beni “strumentali ordinari” materiali e immateriali, relativi a: macchinari, impianti, attrezzature strumentali e targato pesante (camion), destinati a strutture produttive situate nel territorio italiano.

Il Credito di Imposta è fruibile in tre quote annuali di pari importo utilizzabili esclusivamente in compensazione, partendo dal primo F24 utile, subito dopo la consegna del bene oggetto del finanziamento.

Investimenti in beni strumentali nuovi, Industria 4.0

1) Investimento effettuato dal 01-01-2022 al 31-12-2022 (o entro il 30-06-2023 con acconto almeno del 20% entro il 31-12-2022). Nel 2022 le aliquote seguono il seguente schema:

  • 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro
  • 20% per investimenti da 2,5 a 10 milioni di euro
  • 10% per investimenti da 10 a 20 milioni di euro

2) Investimento effettuato dal 01-01-2023 al 31-12-2025 (o entro il 30-06-2026 con acconto di almeno 20% entro il 31-12-2025). Rinnovo della misura per ulteriori tre anni e un’ulteriore diminuzione a partire da gennaio 2023, fino a tutto dicembre 2025, con consegna prorogata fino a giugno 2026, secondo il seguente schema:

  • 20% per investimenti fino a 2,5 milioni di euro
  • 10% per investimenti da 2,5 a 10 milioni di euro
  • 5% per investimenti da 10 a 20 milioni di euro
Investimenti in beni strumentali

Per quanto concerne i beni immateriali previsti dall’allegato B, la situazione è la seguente.

1) Investimento effettuato dal 16-11-2020 al 31-12-2023 (o entro il 30-06-2024 con acconto versato di almeno il 20% entro il 31-12-2023): l’aliquota è fissata al 20%.

2) Investimento effettuato dal 01-01-2024 al 31-12-2024 (o entro il 30-06-2025 con acconto versato di almeno il 20% entro il 31-12-2024): l’aliquota è fissata al 15%.

3) Investimento effettuato dal 01-01-2025 al 31-12-2025 (o entro il 30-06-2026 con acconto versato di almeno il 20% entro il 31-12-2025): l’aliquota è fissata al 10%.

 

Fondo di Garanzia

Il Fondo di Garanzia è una misura di sostegno per le PMI: è uno strumento di garanzia pubblica, che consente di accedere ai finanziamenti se non si dispongono di garanzie sufficienti. Può essere utilizzata per investimenti in immobili, macchinari, impianti, beni strumentali e attrezzature di impresa, mezzi e attrezzature di trasporto a uso produttivo. Il Fondo di Garanzia regolato secondo il seguente schema:

  • dal 01-01-2022 al 31-03-2022 garanzie gratuite fino a 30 mila euro con copertura dell’80%
  • dal 01-04-2022 al 30-06-2022 garanzie a pagamento (commissione una tantum) fino 30 mila euro con copertura dell’80%
  • dal 01-07-2022 al 31-12-2022 garanzie pari a 5 milioni di euro concesse mediante applicazione del modello di valutazione nella misura massima del 60%

La garanzia pubblica sarà gratuita fino al 31 marzo 2022, mentre dal 1 aprile 2022 sarà a titolo oneroso con il pagamento di un costo di commissione.

 

Nuova Sabatini

La Nuova Sabatini, ovvero la misura che sostiene gli investimenti produttivi operati dalle micro, piccole e medie imprese con un contributo del MiSE in conto interessi compreso tra 20 mila euro e 4 milioni di euro e praticato sui finanziamenti anche in leasing, è corrisposto al tasso di:

  • 2,75% annuo su un piano di ammortamento a rate costanti semestrali per 5 anni per investimenti in beni strumentali ordinari;
  • 3,575% annuo su un piano di ammortamento a rate costanti semestrali per 5 anni per investimenti in beni strumentali 4.0.

La liquidazione del contributo potrà avvenire:

  • in un’unica soluzione per investimenti entro 200 mila euro;
  • in sei annualità per investimenti superiori a 200 mila euro.

 

Info e contatti

Per ricevere ulteriori informazioni relative ai vantaggi e opportunità legate alle agevolazioni fiscali del Piano Transizione 4.0 previsto dal PNRR ti invitiamo a consultare il sito web: www.smile-dih.eu