<style>.lazy{display:none}</style>Manutenzione Migliorativa - SygestSkip to content

Manutenzione Migliorativa

Manutenzione migliorativa macchine industriali: prevenire è meglio che curare

 width=

Che cos’è la manutenzione migliorativa?

La Manutenzione Migliorativa, conosciuta anche come Manutenzione Proattiva o Proactive Maintenance, è una strategia di manutenzione preventiva che si concentra sull’individuazione e correzione delle possibili cause di guasto di una macchina o di un impianto prima che possano interromperne il funzionamento. In un contesto in cui i progressi tecnologici e l’attenzione all’efficienza nelle fabbriche continuano a evolversi, la definizione precisa delle diverse tipologie di manutenzione diventa sempre più complessa.

Come ottimizzare al meglio la manutenzione migliorativa

Attualmente, il metodo più comune per la manutenzione migliorativa consiste nel considerare l’intervallo di funzionamento dell’intero impianto. 

Tuttavia, questo approccio può comportare costi elevati poiché si rende necessario intervenire su componenti che potrebbero non aver subito sforzi eccessivi, mentre altri potrebbero essere più soggetti a usura. Di conseguenza, l’impianto potrebbe fermarsi prima del tempo previsto a causa di un componente usurato oltre le aspettative.

L’obiettivo della Manutenzione Migliorativa è puntare con maggiore precisione sui singoli componenti, definendo per ognuno un intervallo di tempo o un numero totale di operazioni prima di programmare un intervento di sostituzione o manutenzione correttiva. Questo approccio richiede una conoscenza approfondita del comportamento dei componenti al fine di individuare la soglia oltre la quale potrebbero manifestarsi problemi. Pertanto, è necessario raccogliere una grande quantità di dati e analizzarli costantemente per identificare il valore di soglia ottimale.

Dal punto di vista metodologico, uno strumento utile è l’analisi  FMECA ( Failure Mode and Effect Criticality Analisys) che consente di valutare le criticità delle diverse parti dell’impianto considerando parametri come la criticità intrinseca del componente, la zona o la parte dell’impianto in cui si trova il componente e il materiale o fluido trattato che può influenzarne l’usura nel tempo. Mediante formule ben definite, questi dati possono essere analizzati in relazione a qualità, sicurezza, continuità di produzione dell’impianto e altri criteri per identificare i componenti più critici su cui concentrare la Manutenzione Migliorativa.

Cosa NON rientra nella manutenzione migliorativa

Quando si parla di Manutenzione Migliorativa, è importante comprendere cosa non rientra in questa categoria. La Manutenzione Predittiva, che si basa sull’utilizzo di intelligenza artificiale o modelli matematici per analizzare i dati operativi e prevedere in anticipo le rotture dei componenti, non è considerata parte della Manutenzione Migliorativa. Al contrario, la Manutenzione Proattiva si basa su dati storici e utilizza soglie di valori per determinare quando eseguire interventi di manutenzione, senza fare affidamento su interpolazioni matematiche o intelligenza artificiale.

È importante notare che la Manutenzione Predittiva rappresenta il futuro della tecnologia, ma al momento è ancora poco diffusa. Tuttavia, una buona strategia di Manutenzione Migliorativa, basata sui dati dei singoli componenti, può comunque portare a risultati eccellenti in termini di manutenzione globale dell’impianto.

Sygest  ha sviluppato soluzioni per il post-vendita al fine di consentire ai produttori di offrire continuamente nuovi servizi digitali al cliente finale per aumentare l’efficienza dei propri impianti. Un esempio di queste soluzioni è un’applicazione di Analisi di Criticità basata sulla metodologia FMECA, utilizzata da un rinomato gruppo internazionale specializzato nella progettazione e costruzione di impianti per l’industria alimentare. Questa applicazione permette di valutare la criticità dei componenti e generare rapidamente una lista delle parti di ricambio consigliate.

La soluzione sviluppata da Sygest denominata MDM “Machine Driven maintenance” è stata sviluppata qualche anno fa e si concentra sulla logica della Manutenzione Migliorativa. Essa consente sia ai produttori che ai tecnici di manutenzione dei clienti di identificare visivamente in 3D le parti che richiedono controllo o sostituzione e visualizzare le istruzioni di manutenzione direttamente sullo schermo. Questo sistema fornisce suggerimenti direttamente dalla macchina stessa, semplificando il processo di manutenzione necessario.

Incorporando queste soluzioni innovative nel contesto della Manutenzione Migliorativa, è possibile ottenere notevoli miglioramenti nell’efficienza e nella gestione globale dell’impianto.

Info e contatti

Per ricevere ulteriori informazioni e approfondimenti relativi al tema ti invitiamo a scrivere una e-mail all’indirizzo e.corradini@sygest.it.

Visita il sito web di Sygestwww.sygest.com.

 width=